Jailbreak di AppleTv (introduzione)

Come pro­messo nell’arti­colo di pre­sen­ta­zione della AppleTv, ecco alcune infor­ma­zioni rapide su come miglio­rare il nostro com­pa­gno di salotto.

Pre­metto che non mi ero mai avvi­ci­nato prima a que­sto tipo di ope­ra­zione, per cui potrei anche scri­vere delle castro­ne­rie tali da far inor­ri­dire qual­che guru del jail­brea­king, ma desi­dero ripor­tarvi la mia espe­rienza da pro­fano pro­prio per dimo­strare che in realtà si tratta di un’operazione discre­ta­mente sem­plice e rea­liz­za­bile da chiun­que. Già che siamo in fase di pre­messa diciamo la cosa più impor­tante: con me ha fun­zio­nato perfettamente!

Ma che cos’è il jailbreaking?

Jail­break signi­fica let­te­ral­mente “fuga dalla pri­gione” e può essere inteso come sistema di eva­sione dalle impo­si­zioni che le case pro­dut­trici pre­ve­dono per i pro­pri device. Un esem­pio è il codice con cui a più riprese si è ten­tato di libe­rare gli utenti dai luc­chetti Apple sui pro­pri device: l’uso del codice “libera” l’utente per­met­tendo un uso aperto del dispo­si­tivo. Al tempo stesso, denun­cia Apple, viene meno la sicu­rezza ed al tempo stesso decade la garan­zia. Il jail­break è con­si­de­rato legale dalla nor­ma­tiva USA ma è osteg­giato dalle case pro­dut­trici poi­ché svin­cola l’utente dai paletti impo­sti in fase di pro­get­ta­zione del device

Pro e con­tro del Jailbreaking

Bene, come in tutte le cose abbiamo aspetti posi­tivi ed altri poten­zial­mente meno bene­fici. Innan­zi­tutto que­sta ope­ra­zione ci con­sente di dotare il nostro dispo­si­tivo di mol­te­plici fun­zio­na­lità aggiun­tive supe­rando così i limiti impo­sti da Apple. Potremo ad esem­pio vedere film in qua­lun­que for­mato video, con­net­terci como­da­mente ad inter­net e non solo alla ristretta sele­zione di siti con­sen­titi dalla mela, acce­dere a ser­ver o hard disk esterni col­le­gati in rete, ecc…

Que­sta ope­ra­zione è legale e, se si ha un minimo di accor­tezza, non inva­lida la garan­zia del dispo­si­tivo. Ebbene si, il Jail­break non altera né mano­mette AppleTv, quindi se avremo mai biso­gno di por­tarla ad un cen­tro assi­stenza, dovremo solo aver cura di fare un sem­pli­cis­simo ripri­stino alle impo­sta­zioni di fabbrica.

Un con­tro da non sot­to­va­lu­tare è che libe­rando il nostro sca­to­lot­tino dai suoi limiti e poten­doci instal­lare sopra qual­si­vo­glia appli­ca­tivo dob­biamo avere l’accortezza di veri­fi­care la vali­dità ciò che cari­chiamo sulla nostra AppleTv per non rischiare di tro­varci qual­che mal­ware in salotto…

Come fare per ese­guire il Jail­brea­king della nostra AppleTv?

Seguirà un arti­colo più spe­ci­fico, ma se pro­prio non resi­stete vi lascio qual­che rife­ri­mento rapido:

Sea­sOn­Pass: appli­ca­zione per ese­guire il Jail­brea­king della nostra cara AppleTv

Pwna­ge­Tool: appli­ca­zione per ese­guire il Jail­brea­king della nostra cara AppleTv (quella che ho uti­liz­zato io)

AppleT­vI­ta­lia: un ottimo sito ricco di infor­ma­zioni ed esempi utili sul nostro amico da salotto

Un appunto abba­stanza importante:

Per chi come me è al suo primo Jail­brea­king con­si­glio di fare atten­zione alla dif­fe­renza tra:

  • Jail­break tethe­red: modi­fica che rimane attiva fino al riav­vio del dispo­si­tivo a meno che non lo si col­le­ghi al computer.
  • Jail­break unte­the­red: a dif­fe­renza del pre­ce­dente per­mette il riav­vio del dispo­si­tivo senza la neces­sità di ricol­le­garlo ad un computer

Fate atten­zione quindi a ciò che desi­de­rate avere… Io ho scelto di rima­nere alla pre­ce­dente ver­sione del firm­ware ma avere la como­dità di un dispo­si­tivo Jail­brea­kato in moda­lità unte­the­red piut­to­sto che avere l’ultima ver­sione con la sco­mo­dità dell’operazione in caso di riav­vio. Non si tratta di un’operazione com­plessa, ma sicu­ra­mente scomoda.

E poi… è solo que­stione di tempo prima che esca la nuova ver­sione unte­the­red :-)

2 thoughts on “Jailbreak di AppleTv (introduzione)

  1. Pingback: Jailbreak untethered per AppleTv 4.3.1 | Matteo Tirelli