Jailbreak di AppleTv (introduzione)

Come promesso nell’articolo di presentazione della AppleTv, ecco alcune informazioni rapide su come migliorare il nostro compagno di salotto.

Premetto che non mi ero mai avvicinato prima a questo tipo di operazione, per cui potrei anche scrivere delle castronerie tali da far inorridire qualche guru del jailbreaking, ma desidero riportarvi la mia esperienza da profano proprio per dimostrare che in realtà si tratta di un’operazione discretamente semplice e realizzabile da chiunque. Già che siamo in fase di premessa diciamo la cosa più importante: con me ha funzionato perfettamente!

Ma che cos’è il jailbreaking?

Jailbreak significa letteralmente “fuga dalla prigione” e può essere inteso come sistema di evasione dalle imposizioni che le case produttrici prevedono per i propri device. Un esempio è il codice con cui a più riprese si è tentato di liberare gli utenti dai lucchetti Apple sui propri device: l’uso del codice “libera” l’utente permettendo un uso aperto del dispositivo. Al tempo stesso, denuncia Apple, viene meno la sicurezza ed al tempo stesso decade la garanzia. Il jailbreak è considerato legale dalla normativa USA ma è osteggiato dalle case produttrici poiché svincola l’utente dai paletti imposti in fase di progettazione del device

Pro e contro del Jailbreaking

Bene, come in tutte le cose abbiamo aspetti positivi ed altri potenzialmente meno benefici. Innanzitutto questa operazione ci consente di dotare il nostro dispositivo di molteplici funzionalità aggiuntive superando così i limiti imposti da Apple. Potremo ad esempio vedere film in qualunque formato video, connetterci comodamente ad internet e non solo alla ristretta selezione di siti consentiti dalla mela, accedere a server o hard disk esterni collegati in rete, ecc…

Questa operazione è legale e, se si ha un minimo di accortezza, non invalida la garanzia del dispositivo. Ebbene si, il Jailbreak non altera né manomette AppleTv, quindi se avremo mai bisogno di portarla ad un centro assistenza, dovremo solo aver cura di fare un semplicissimo ripristino alle impostazioni di fabbrica.

Un contro da non sottovalutare è che liberando il nostro scatolottino dai suoi limiti e potendoci installare sopra qualsivoglia applicativo dobbiamo avere l’accortezza di verificare la validità ciò che carichiamo sulla nostra AppleTv per non rischiare di trovarci qualche malware in salotto…

Come fare per eseguire il Jailbreaking della nostra AppleTv?

Seguirà un articolo più specifico, ma se proprio non resistete vi lascio qualche riferimento rapido:

SeasOnPass: applicazione per eseguire il Jailbreaking della nostra cara AppleTv

PwnageTool: applicazione per eseguire il Jailbreaking della nostra cara AppleTv (quella che ho utilizzato io)

AppleTvItalia: un ottimo sito ricco di informazioni ed esempi utili sul nostro amico da salotto

Un appunto abbastanza importante:

Per chi come me è al suo primo Jailbreaking consiglio di fare attenzione alla differenza tra:

  • Jailbreak tethered: modifica che rimane attiva fino al riavvio del dispositivo a meno che non lo si colleghi al computer.
  • Jailbreak untethered: a differenza del precedente permette il riavvio del dispositivo senza la necessità di ricollegarlo ad un computer

Fate attenzione quindi a ciò che desiderate avere… Io ho scelto di rimanere alla precedente versione del firmware ma avere la comodità di un dispositivo Jailbreakato in modalità untethered piuttosto che avere l’ultima versione con la scomodità dell’operazione in caso di riavvio. Non si tratta di un’operazione complessa, ma sicuramente scomoda.

E poi… è solo questione di tempo prima che esca la nuova versione untethered 🙂

2 thoughts on “Jailbreak di AppleTv (introduzione)

  1. Pingback: Jailbreak untethered per AppleTv 4.3.1 | Matteo Tirelli