mar 30

Jailbreak di AppleTv (introduzione)

Come pro­messo nell’arti­colo di pre­sen­ta­zione della AppleTv, ecco alcune infor­ma­zioni rapide su come miglio­rare il nostro com­pa­gno di salotto.

Pre­metto che non mi ero mai avvi­ci­nato prima a que­sto tipo di ope­ra­zione, per cui potrei anche scri­vere delle castro­ne­rie tali da far inor­ri­dire qual­che guru del jail­brea­king, ma desi­dero ripor­tarvi la mia espe­rienza da pro­fano pro­prio per dimo­strare che in realtà si tratta di un’operazione discre­ta­mente sem­plice e rea­liz­za­bile da chiun­que. Già che siamo in fase di pre­messa diciamo la cosa più impor­tante: con me ha fun­zio­nato perfettamente!

Ma che cos’è il jailbreaking?

Jail­break signi­fica let­te­ral­mente “fuga dalla pri­gione” e può essere inteso come sistema di eva­sione dalle impo­si­zioni che le case pro­dut­trici pre­ve­dono per i pro­pri device. Un esem­pio è il codice con cui a più riprese si è ten­tato di libe­rare gli utenti dai luc­chetti Apple sui pro­pri device: l’uso del codice “libera” l’utente per­met­tendo un uso aperto del dispo­si­tivo. Al tempo stesso, denun­cia Apple, viene meno la sicu­rezza ed al tempo stesso decade la garan­zia. Il jail­break è con­si­de­rato legale dalla nor­ma­tiva USA ma è osteg­giato dalle case pro­dut­trici poi­ché svin­cola l’utente dai paletti impo­sti in fase di pro­get­ta­zione del device Con­ti­nue rea­ding